TOSCANA: Sul caso rifiuti nostra lettera all’ANAC, chiediamo al Dr. Cantone un suo parere

Su alcuni aspetti riguardanti l’ATO Toscana Sud-afferma Manuel Vescovi, Capogruppo in Consiglio regionale della Lega Nord-abbiamo voluto interpellare direttamente il Dr. Raffaele Cantone, Presidente dell’Anac che, recentemente, ha richiesto, per gravi inadempienze, il commissariamento del predetto Ente.” Al di là-prosegue il Consigliere-dei fatti penalmente rilevanti oggetto d’indagine che potrebbero essere anche smentiti in sede processuale, resta comunque il fatto che riteniamo come la Legge vigente in Toscana sulla specifica materia, sia veicolo di enormi conflitti d’interesse, sia nella fase di aggiudicazione della gara che in quella successiva della gestione.” “Pensiamo-incalza l’esponente leghista-che sia assolutamente disdicevole che gli amministratori dei comuni dell’Ato vestano sia i panni degli organi d’indirizzo e controllo, sia quelli, indirettamente, del gestore chiamato ad erogare il servizio.” “Tutto ciò premesso-conclude la missiva firmata da Manuel Vescovi-chiediamo al Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, un parere in merito al possibile ravvisamento, nella normativa in oggetto, di un potenziale veicolo di conflitto d’interessi tra la stessa Ato, i suoi organi ed il soggetto gestore, tale da consigliare all’Assemblea legislativa toscana una modifica della normativa per limitare le palesi storture che abbiamo poc’anzi menzionato.” “Siamo certi-precisa il Consigliere Vescovi-che l’Anac saprà pienamente chiarirci gli aspetti di una preoccupante e complessa vicenda che ha coinvolto pesantemente il servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani in Toscana.