TOSCANA: Monitorare e contrastare il grave fenomeno delle aggressioni al personale nei pronto soccorso

I dati forniti dal Nursind-afferma Manuel Vescovi, Capogruppo in Consiglio regionale della Lega Nord e membro della Commissione Sanità-in merito al crescente numero di aggressioni subite dagli infermieri, specialmente nei Pronto Soccorso, sono veramente allarmanti.” “Se davvero quasi il 90% degli operatori impiegati nel predetto reparto-prosegue il Consigliere-è stato oggetto, negli ultimi anni, di qualche forma di violenza, fisica o verbale, allora occorre immediatamente attivarsi per fronteggiare questa grave problematica.” “Il Pronto Soccorso-precisa Vescovi-è per sua natura un luogo dove la tempestività degli interventi risulta sovente determinante e quindi si possono magari creare delle tensioni che devono essere gestite adeguatamente.” “Una corretta informazione verso i pazienti-rileva l’esponente leghista-potrebbe essere utile per scoraggiare atti indebiti contro chi cerca, con la massima dedisione, di assistere un ammalato.” “Un tema serio che non deve essere sottovalutato-conclude Manuel Vescovi-poiché la serenità nei nosocomi deve essere pienamente garantita sia ai degenti che a chi presta la sua fondamentale e delicata opera di supporto sanitario.