TOSCANA: Caro Scaramelli, visto l’esito del Referendum, non è più cosi urgente sostenere gli studenti iscritti ai corsi di laurea in infermieristica?

La scorsa settimana-afferma Manuel Vescovi, Capogruppo in Consiglio regionale della Lega Nord e membro della Commissione Sanità-proprio nell’ambito di una riunione del predetto organo, il Presidente Scaramelli, al cospetto di una rappresentanza di laureandi in Infermieristica, aveva avuto la brillante intuizione di sventolare, improvvisamente, una proposta, mai discussa prima, in cui chiedeva alla Giunta di sostenere fattivamente gli iscritti al corso di laurea in Scienze infermieristiche (votando, altresì, tale proposta nella stessa seduta, alla presenza dei diretti interessati ndr), suscitando la giusta reazione disapprovante, addirittura del Consigliere Bambagioni, suo compagno di partito.” “Una mossa-rileva l’esponente leghista-presumibilmente propagandistica a favore del Sì, in vista dell’imminente tornata referendaria.” “Nella giornata odierna, poi-precisa Vescovi-si doveva discutere ed eventualmente approvare la sopracitata iniziativa pro-studenti.” “Invece-sottolinea il rappresentante del Carroccio-la manifestata urgenza della scorsa settimana, si è volatilizzata nel nulla, tanto che la riunione della Commissione è stata, repentinamente, annullata e rimandata a metà dicembre, con tutte le possibili conseguenze del caso.” “Insomma-conclude Manuel Vescovi-il 60% dei No ha sortito un ripensamento da parte di Scaramelli? Qualcuno diceva che a pensare male, a volte ci si azzecca…