PRATO: La burocrazia non ostacoli la realizzazione di una nuova struttura nell’area dell’Ospedale Santo Stefano

Confido-afferma Manuel Vescovi, Capogruppo in Consiglio regionale della Lega Nord e membro della Commissione Sanità-che, pur rispettando i normali canoni operativi, la burocrazia non si frapponga alla realizzazione di una nuova struttura che dovrebbe colmare la lacuna dei posti letto dell’ospedale Santo Stefano di Prato.” “Se, come sembra-prosegue il Consigliere-si è finalmente optato per la predetta soluzione, allora è auspicabile che chi di dovere snellisca le procedure, considerata l’impellenza dell’intervento.” “Stiamo parlando-precisa Vescovi-di risolvere una problematica che, con maggiore avvedutezza, poteva essere evitata in fase di costruzione del nosocomio, evitando, quindi, ulteriori esborsi alla comunità.” “Ad ogni modo-conclude Manuel Vescovi-appurato che i famosi cento posti letto in più sono assolutamente indispensabili, vediamo di sbrigarci a dotare Prato, finalmente, di un nosocomio pienamente efficiente e della giusta capienza.