PRATO: Diabetica per rinnovare la patente deve attendere quattro mesi, le persone affette da patologie non dovrebbero essere agevolate?

Troppo spesso-afferma Manuel Vescovi, Capogruppo in Consiglio regionale della Lega Nord e membro della Commissione Sanità-le cronache giornalistiche riportano episodi, sul tema della sanità, che sono inaccettabili.” “E’ il caso, ad esempio-prosegue il Consigliere-di quella signora pratese che, essendo diabetica, per rinnovare la patente, quindi un’operazione solitamente di routine, deve aspettare ben quattro mesi per effettuare la necessaria visita specialistica, stante la sua particolare situazione.” “In pratica, cosa poco piacevole specialmente per chi deve lavorare-precisa Vescovi-la protagonista di questa vicenda non potrà utilizzare l’auto per un lungo periodo di tempo.” “Invece che agevolare chi è affetto da qualche patologia-riflette l’esponente leghista-si creano, viceversa, ulteriori problematiche alla persona interessata.” “Insomma-conclude amaramente Manuel Vescovi-meno male che qualcuno afferma che le liste d’attesa siano sempre meno un reale e stringente problema; provate a chiederlo alla sopracitata signora…..