PRATO: Al “Giovannini” guaste le macchinette taglia code. E’ davvero difficile ripararle o sostituirle?

Le lacune della Sanità toscana-afferma Manuel Vescovi, Capogruppo in Consiglio regionale della Lega Nord e membro della Commissione Sanità-si vedono, purtroppo, anche nelle piccole cose.” “E’ il caso, ad esempio-prosegue il Consigliere-di quanto rivelato dalle cronache giornalistiche riguardo al guasto, perdurante da giorni, delle cosiddette macchinette “taglia code” quelle cioè che consentono di distribuire al meglio gli utenti a seconda del servizio che a loro necessita.” “Ebbene, nell’evoluto 2017-precisa Vescovi-gli operatori del “Giovannini” di Prato sono praticamente obbligati a chiamare a voce le persone presenti al centro socio sanitario, creando, ovviamente, confusione e distogliendo gli addetti dalle loro usuali mansioni.” “Il tutto-sottolinea l’esponente leghista-nonostante il budget plurimilionario riservato alle spese sanitarie regionali che dovrebbe, dunque, eliminare tali problematiche, davvero evitabili.” “Dopo giorni di pressanti richieste-conclude Manuel Vescovi-pare che, finalmente, qualcosa si stia muovendo, ma resta il fatto che tale disservizio abbia, comunque, creato disagi agli utenti ed ai lavoratori per delle semplici macchinette fuori uso; e se ci fossero state delle mancanze, magari, in una sala operatoria, cosa sarebbe successo….?