PISTOIA: Le chilometriche liste di attesa per gli esami, il caso Pistoia

Con preoccupante ricorrenza-afferma Manuel Vescovi, Capogruppo in Consiglio regionale della Lega Nord e membro della Commissione Sanità-le cronache riportano di come i cittadini siano esasperati dalle infinite attese per poter effettuare un’esame presso una struttura pubblica.” “Ebbene-prosegue il Consigliere-dati alla mano, anche Pistoia non è esente da questa criticità, con picchi davvero inaccettabili come nel caso di una Moc.” “Il tutto-precisa Vescovi-nonostante rassicurazioni varie, comporta il più delle volte la scelta forzata da parte delle persone di doversi servire delle strutture private con tutte le inevitabili conseguenze del caso, specialmente dal punto di vista economico.” “Vi sono, poi-sottolinea l’esponente leghista-molte situazioni al limite dell’assurdo che penalizzano ulteriormente chi ha bisogno, magari urgentemente, di sottoporsi a delle visite specialistiche.” Recentemente-insiste il rappresentante del Carroccio-sono venuto, ad esempio, a conoscenza del caso di un signore pistoiese che, per la sopracitata Moc, dovrebbe addirittura attendere oltre un anno e mezzo.” “Insomma-conclude amaramente Manuel Vescovi-vogliamo rispettare maggiormente i cittadini, consentendo loro di svolgere gli esami strumentali in ospedale, senza ricorrere al privato, non in tempi eternamente lunghi? Chiediamo, forse, troppo?