PISTOIA: La stazione ferroviaria focolaio di criminalità, potenziare organico della Polfer

I ripetuti ed inqualificabili episodi di criminalità che si stanno verificando alla stazione di Pistoia-afferma Manuel Vescovi, Capogruppo in Consiglio regionale della Lega Nord-non devono essere minimizzati ed anzi occorre un’immediata riflessione ed idonei provvedimenti per arginare questa problematica.” “Oltre alle ataviche carenze d’organico e di mezzi-prosegue il Consigliere-da tempo segnalate dai sindacati locali, nei giorni scorsi è stato da loro evidenziato come un utile strumento di autodifesa/prevenzione come lo spray al peperoncino, probabilmente non verrà messo a disposizione di chi opera in divisa allo scalo ferroviario pistoiese.” “Possibile che non ci siano i fondi per poche bombolette? Oppure, è solamente una questione di mera e disdicevole burocrazia?” “Ad ogni modo-conclude Manuel Vescovi-ci auguriamo che, anche prendendo spunto dai dettagliati articoli di giornale sul delicato tema, chi di dovere si attivi per rendere più efficace la fondamentale attività di prevenzione e controllo in un luogo, come la stazione di Pistoia, che è frequentato quotidianamente da tantissime persone