PISTOIA: Il caso Bruschi scuote il settore dei vivaisti

In merito alla vicenda che ha coinvolto diverse ditte del settore vivaistico, in stetti rapporti con l’azienda Sandro Bruschi, questa una nota di Manuel Vescovi, Capogruppo in Consiglio regionale della Lega Nord. “Già il comparto-afferma il Consigliere-sta attraversando un periodo assai delicato e certamente la vicenda che sembra coinvolgere alcune decine d’imprese operanti nel predetto settore, potrebbe ulteriormente penalizzare tutto questo importante segmento dell’economia pistoiese.” “Siamo lieti-rileva l’esponente leghista-che siano stati salvati oltre 40 posti di lavoro, ma nel contempo siamo seriamente preoccupati del futuro di circa altri 300 lavoratori coinvolti, direttamente o indirettamente, dalla vicenda; i creditori pare pretendano circa 8 milioni di euro che non è assolutamente una cifra irrilevante, comunque tale da mettere in crisi diverse attività commerciali.” “La giusta rabbia degli imprenditori coinvolti-sottolinea il rappresentante del Carroccio-deriva pure dal fatto che, al momento, da quello che ci risulta, nessuna Istituzione abbia mosso un dito per analizzare appieno la problematica. “ Insomma-conclude Manuel Vescovi-riteniamo sia urgente intervenire con proposte idonee per non far cadere colpevolmente nel nulla, il grido d’allarme di chi rischia di dover chiudere la propria impresa.