PISTOIA: Disagi a non finire al San Jacopo di Pistoia e non solo per colpa dell’influenza

Da giorni-afferma Manuel Vescovi, Capogruppo in Consiglio regionale e membro della Commissione Sanità-le cronache giornalistiche riportano quotidianamente storie d’ordinaria precarietà assistenziale al San Jacopo di Pistoia.” “Situazioni, spesso inaccettabili-prosegue il Consigliere-con anziani rimandati a casa, perché non c’era posto in reparto.” “Non colpevolizziamo eccessivamente, poi-sottolinea l’esponente leghista- il picco influenzale, dato che questa patologia giunge puntualmente, più o meno virulenta, sempre nel medesimo periodo dell’anno e quindi non ci si deve sorprendere se, in un determinato lasso di tempo, gli afflussi al Pronto Soccorso siano in costante crescita.” “Possibile-insiste Vescovi- che nonostante l’investimento plurimilionario per costruire un nuovo nosocomio, ci si ritrovi a dover fare i conti con reiterate criticità che comportano disagi infiniti ai cittadini.” “Insomma-conclude Manuel Vescovi-penso che sia giunto finalmente il momento che le Istituzioni competenti in materia si facciano un attento esame di coscienza alfine di trovare idonee e tempestive soluzioni agli svariati disservizi che penalizzano pesantemente chi, giocoforza, si deve recare nell’ospedale pistoiese.