PISTOIA: Chiusura obbligata del chiosco al cimitero, il Comune ha gestito al meglio la questione?

La chiusura di ogni attività commerciale, grande o piccola che sia-afferma Manuel Vescovi, Capogruppo in Consiglio regionale della Lega Nord-è sicuramente un fatto negativo e quando l’esercizio in questione opera da circa trent’anni, il dispiacere è ancora maggiore.” “Mi riferisco-precisa il Consigliere-al caso della fioraia operante nei pressi del cimitero della Vergine che, pare anche per una sorta di tira e molla da parte del Comune, è ora costretta a chiudere, senza aver potuto mettere in vendita il suo negozio. ” “Una sorta di beffa, quindi-rileva Vescovi-per chi ha lavorato alacremente e che poi, dopo oltre quattro anni dove sembra che la burocrazia abbia avuto voce in capitolo, deve arrendersi davanti ad una realtà che le impone di chiudere l’attività, con conseguente rimozione, a sue spese, della struttura.” “Una storia che, forse, stando effettivamente così le cose-conclude Manuel Vescovi-poteva essere gestita in modo diverso, con un finale, quindi, meno traumatico per la titolare del chiosco.