PISTOIA: Attende anni per un intervento. Le carenze del San Jacopo paiono, tristemente infinite….

Non si può che restare allibiti ed indignati-afferma Manuel Vescovi, Capogruppo in Consiglio regionale della Lega Nord e membro della Commissione Sanità-nell’apprendere dalle cronache giornalistiche quanto le esigenze mediche dei cittadini vengano, colpevolmente, troppo spesso trascurate.” “E’, infatti, emblematico-rileva il Consigliere-il caso di quell’uomo che, dopo quattro lunghi anni, è stato chiamato dal San Jacopo di Pistoia per sottoporsi ad un’operazione che, saggiamente e giocoforza, il malato aveva già effettuato presso una struttura privata.” “In pratica-precisa Vescovi-se il cittadino vittima di questa insopportabile mancanza da parte dell’Asl, avesse aspettato di essere chiamato dall’ospedale, probabilmente sarebbe andato incontro a pesanti conseguenze per la sua salute.” “Insomma-conclude Manuel Vescovi-a fronte del famoso libro sulle virtù della Sanità toscana, presentato nel dicembre scorso, sarebbe, invece, proprio il caso di scriverne un altro(non è detto che non sia proprio il sottoscritto l’autore), in cui vengano evidenziate tutte le criticità, come quella, clamorosa, che ha coinvolto il Signor Andrea, il quale per avere la possibilità di essere sottoposto ad un intervento chirurgico, ha dovuto attendere  un quadriennio, avendo giustamente, optato, nel frattempo, per una clinica privata.