PIEVE A NIEVOLE: Sul tema della sicurezza, prestare maggiore attenzione agli anziani: l’emblematico caso di Pieve a Nievole

Quanto accaduto nei giorni scorsi ad un novantenne, preso di mira da un malvivente a Pieve a Nievole-afferma Manuel Vescovi, Capogruppo in Consiglio regionale della Lega Nord-è sintomatico di come proprio gli anziani siano la classica e naturale fascia debole della popolazione, purtroppo particolarmente ambita da delinquenti di ogni genere.” “Proprio per ovviare, o quantomeno per limitare che possano ripetersi episodi di questo tipo in Valdinievole-prosegue il Consigliere-è necessario che i parenti più stretti delle persone più in là con l’età, siano, per quanto possibile, considerati naturalmente i loro impegni lavorativi, vicini ai loro congiunti, formando una sorta di “barriera” di protezione contro i malintenzionati.” “E’, poi, auspicabile-precisa l’esponente leghista-che le Forze dell’Ordine, pur non avendo il dono dell’ubiquità, siano sempre più capillarmente presenti sul territorio di loro competenza(qui, ahimè, si dovrebbe aprire un lungo discorso riguardo all’atavica carenza degli organici)e contemporaneamente istruiscano i cittadini più maturi d’età, dando loro dei semplici, quanto efficaci consigli per fronteggiare eventuali tentativi di furti o truffe che sono sempre dietro l’angolo.” “Montecatini e le zone limitrofe-conclude Manuel Vescovi-pur con le loro indubbie problematiche legate alla microcriminalità, non sono certamente e fortunatamente il Bronx, ma non bisogna assolutamente minimizzare fatti come quello accaduto allo sfortunato protagonista monsummanese.