PESCIA: Un Ospedale da monitorare, evitando il sensazionalismo

Nelle mie visite all’ospedale di Pescia-afferma Manuel Vescovi, Capogruppo in Consiglio regionale della Lega Nord e membro della Commissione Sanità-mi sono reso facilmente conto della professionalità ed impegno del personale, ma nel contempo come anche questo nosocomio, in linea con altri in regione, abbia bisogno della massima attenzione da parte delle Istituzioni per venire incontro alle normali esigenze dei cittadini. ” “Come riportato da “La Nazione”-prosegue il Consigliere-ad esempio, l’attesa per una visita specialistica risulta colpevolmente lunga e bisogna porre rimedio a tale disservizio che, ahimè, è usuale pure in diversi ospedali toscani.” “Sul fatto della riapertura di un reparto di pediatria-rileva l’esponente leghista-siamo assolutamente d’accordo che ciò sia una grave lacuna ed auspichiamo che tale mancanza venga presto sanata.” “I pesciatini-sottolinea Vescovi-devono, dunque, poter contare su una struttura assistenziale efficiente, poiché è inammissibile che le persone, sfiduciate dalle lunghe e snervanti attese, debbano necessariamente rivolgersi verso istituti privati con costi che, ovviamente, sono superiori rispetto al pubblico.” “Insomma-conclude Manuel Vescovi-attendiamo, oltre a fiumi di parole di circostanza, dei fatti concreti che possano rendere maggiormente operativo, nei vari settori, l’ospedale pesciatino.