MONTECATINI TERME: Per il raddoppio ferroviario passare da parole a fatti

Siamo alle solite-afferma Manuel Vescovi, Capogruppo in Consiglio regionale della Lega Nord-riguardo alla questione del necessario raddoppio della ferrovia a Montecatini; ognuno, pensa di avere la soluzione migliore e nel frattempo tutto è cristallizzato.” “I protagonisti in campo-prosegue il Consigliere-sembrano non dannarsi minimamente l’anima per risolvere una questione che si protrae da decenni e che ora, finalmente, dovrebbe vedere la luce.” “Ma quando ed in che termini, sottolinea l’esponente leghista?” “ Com’era naturale-precisa il rappresentante del Carroccio-sono nati comitati di cittadini che difendono strenuamente le loro posizioni in merito; poi, è intervenuto anche il Sindaco, senza dimenticare naturalmente Rete Ferroviaria Italiana e la Regione Toscana che sono tra gli attori principali della questione.” “Insomma-insiste Vescovi-tante voci, spesso dissonanti che, ad oggi, non hanno portato a nulla, visto che si brancola nel buio.” “Intanto-conclude Manuel Vescovi-i numerosi pendolari continuano a subirne, quotidianamente, le conseguenze e si prosegue a fare riunioni e dibattiti, senza venire a capo di una problematica che appare, giorno dopo giorno, sempre più stringente, quanto nebulosa.