MONTALE: il degrado e l’incuria incombono sull’ex cementificio di stazione, i residenti sono giustamente allarmati

Purtroppo-afferma Manuel Vescovi, Capogruppo in Consiglio regionale della Lega Nord-località grandi o piccole della nostra regione sono alle prese, talvolta, con insopportabili ed atavici problemi legati al degrado di luoghi abbandonati colpevolmente a se stessi.” “Il caso della frazione di Stazione a Montale-prosegue il Consigliere-è emblematico di come un fabbricato ormai in disuso sia diventato punto di riferimento per topi e quant’altro, senza dimenticare la poco piacevole presenza dell’eternit.” “Tuta l’area-precisa l’esponente leghista-è interessata da una procedura fallimentare e quindi si assomma, inevitabilmente, problema a problema.” “Alla fine, dunque-rileva amaramente il rappresentante del Carroccio-come spesso accade, chi ci va di mezzo sono i residenti che si ritrovano a dover convivere in un contesto alquanto precario.” “ Intanto-conclude Manuel Vescovi-il tempo passa inesorabilmente, il luogo in questione è sempre più invivibile e la burocrazia  con relative lungaggini, regna, guarda caso, sovrana…